Ristrutturare un vecchio casale di campagna

Vecchi casali di campagna dal gusto un po’ antico, belli! ma hanno bisogno di un restauro. Al giorno d’oggi la tendenza e’ quella di ricavarne piu’ appartamenti, con accesso indipendente. I figli, ormai grandi se ne sono andati ed e’ ora di rifare il lifting alla nostra tanto amata, ma vecchia casa. Ristrutturazionimilano può esserci di aiuto in questa operazione. La prima cosa da fare e’ rivedere la distribuzione degli spazi adattandoli al nuovo stile di vita. Il casale e’ su due piani e oltre alla scala interna di legno ce n’e’ anche una esterna, laterale alla casa, che porta al piano superiore. I padroni del casale intendono ricavare, oltre alla loro abitazione a misura d’uomo, anche un appartamento da adibire a bed & breakfast.

La casa, anni Cinquanta, si presenta con un piccolo ingresso all’entrata e una porta che da su un corridoio per l’accesso alle camere, alla fine c’e’ la scala di legno che porta al piano rialzato. La cucina e’ la prima stanza che incontriamo, ha una semplice finestra che non permette l’uscita all’esterno, seguono due camere da letto sulla sinistra e una stanza molto grande sulla destra, una stanzetta affiancata a ques’ultima e un bagno. Al lato della scala di legno c’e’ il salone, grande, illuminato da due grandi porte finestre che affacciano su di un balcone che da sul giardino.

Salendo la scala di legno ci si affaccia in un grande open space, con due finestroni rettangolari sulla stessa parete, un bagno e altre due camere da letto con piccole finestre. Per iniziare i lavori di ristrutturazione, l’architetto, dopo aver ascoltato le esigenze dei proprietari, che hanno voluto inglobare nella loro abitazione anche parte del piano superiore, ha depositato un progetto in comune per i permessi necessari. Dall’inizio alla fine dei lavori sono passati 6 mesi e ora la casa ha un aspetto completamente nuovo, in stile country chic.

Ma vediamo passo passo le fasi dei lavori. Il portoncino d’entrata e’ stato allargato e sostituito con due ante di legno e vetro all’inglese che permettono di vedere il prato, per sicurezza e’ stato messo anche un cancello con fiori di ferro battuto che durante il giorno rimane aperto, quasi ad in corniciare il muro intorno all’entrata. Sono stati abbattuti tutti i muri interni. All’entrata e’ stato ricavato un grande salone nello spazio che comprendeva la cucina e parte della camere da letto ai lati del corridoio.

Due grandi archi in pietra viva distanziati da una parete di legno mogano danno sulla sala da pranzo e sullo studio. Dove c’era il salone sono state ricavate due camere da letto. Una per i proprietari ed una, piu’ piccola, per eventuali ospiti. In quest’ultima e’ stato ricavato un bagno interno adiacente al vecchio bagno che e’ stato mantenuto, anche se completamente trasformato. Le vecchie mattonelle di graniglia sono state tutte sostituite da un bellissimo cotto toscano che contrasta con le pareti bianche e si accosta bene al colore castagno scuro delle finestre e dei davanzali.

La cucina e stata ricavata in una parte del vecchio salone e dove c’era il terrazzino e’ stata tolta la finestra ed e’ stato costruito un giardino d’inverno. Qui e’ stato alloggiato un tavolo antico della splendida cucina in muratura, arredata con un grande armadio-dispensa fine 800. Il focolare sul travertino del top e la vecchia stufa a legna , per cucinare, rendono confortevole e accogliente l’ambiente ben contrastando con la stanza a vetri.

I gradini della vecchia scala di legno che porta al piano superiore sono stati restaurati e fra le colonnine dei gradini sono stati creati, dal fabbro, dei fiori di ferro battuto che richiamano il cancello all’antrata del portoncino. Salendo si accede allo studio e ad un grande ripostiglio. Nel rimanente spazio del piano speriore e’ stato creato un appartamento da adibire a bred & breakfast, dall’aria semplice e confortevole. Dotato di tutti i conforts, ha un grande salone, illuminato dai gradi finestroni, con angolo cottura, due camere da letto, e un bagno con doccia.

La scala esterna di pietra e’ stata lasciata intatta e permette l’entrata indipendente alla casa. E’ stato costruito un bellissimo porticato in legno intorno al portoncino d’ingresso e sotto le colonne che reggono l’intelaiatura sono state piantate delle bellissime rose inglesi dall’aria antica. Ai lati della porta d’entrata sono stati messi due grandi piante di limone. Il giardino ha conservato gli alberi ad alto fusto come querce e castagni e lungo il viale di accesso alla casa sono stati piantati dei cipressi alternati a piante di ortensie. Sei mesi di lavoro…ma una grande soddisfazione!